Articolo FMB2
-, salute mentale

Aumentare il “value” degli interventi in salute mentale

0 244

Lo studio di dati sanitari nel DSM-DP di Modena conferma l’effetto negativo della crisi economica sulla salute mentale, ampliato ulteriormente dal terremoto del 2012. Dalla ricerca però non emergono solo dati negativi. Lo studio evidenzia infatti in modo altrettanto chiaro l’efficacia (valutata in termini di riduzione del numero e della durata dei ricoveri) dei programmi di inclusione e coinvolgimento in politiche attive del lavoro anche in chi soffre di disturbi psichiatrici gravi. L’implementazione di politiche attive per l’inserimento lavorativo riduce il ricorso al ricovero ospedaliero nelle persone in trattamento presso i Centri di Salute Mentale. Si tratta di un intervento che incrementa il “value” (ossia il ritorno di danaro pubblico investito, in termini di salute) considerando gli obiettivi di inclusione sociale perseguiti, a fronte della minor spesa dei percorsi di inserimento lavorativo rispetto alla degenza ospedaliera.

Leggi qui lo studio completo: http://www.fmb.unimore.it/on-line/Home/FMB/News/articolo4808.html

Related Posts